Corso buoni pedoni e buoni ciclisti

Nell’ambito del progetto “A scuola ci andiamo da soli” l’Amministrazione comunale in collaborazione con la scuola si è attivata per organizzare il corso di “Buoni pedoni e buoni ciclisti” per le scuole primarie e la scuola secondaria di Malnate. L’obiettivo è quello di “educare” i futuri cittadini al rispetto delle regole, e nello specifico sensibilizzare sul tema della sicurezza stradale, coniugare l’autonomia di movimento dei bambini/ragazzi e il rispetto delle regole del codice stradale per evitare comportamenti pericolosi, che possano causare incidenti.

Nell’ottica di un lavoro in rete e di un approccio di tipo multidisciplinare, la scuola, il Laboratorio, la Polizia Locale, hanno lavorato dal 2013 al 2014 anche con la Polizia di Stato che da molti anni svolge attività di formazione e sensibilizzazione nell’ambito del progetto ICARUS (Inter-Cultural Approaches for Road Users Safety). Il Progetto “Icaro”, nato in Italia nel 2001, è la campagna di sicurezza stradale promossa dalla Polizia di Stato, dal Ministero dell’Istruzione e dalla Fondazione ANIA (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici) in collaborazione con il Dipartimento di psicologia dell’Università “La Sapienza” di Roma, del Moige (Movimento italiano genitori), dell’Unicef e dell’Eni.

Obiettivi

Gli obiettivi che il progetto vuole raggiungere sono: la prevenzione, la comunicazione della sicurezza stradale e promuovere una “Nuova cultura della Sicurezza Stradale”. Inoltre vuole richiamare alla consapevolezza del rispetto della vita e delle norme, la cui negligenza può comportare anche la morte.

Strategia comunicativa

La strategia adottata nel progetto per la comunicazione consiste:

-nella trasmissione di concetti e contenuti veicolati tramite messaggi persuasivi e comunicativi di tipo interattivo/empatico per incidere sul cambiamento di atteggiamenti e comportamenti;

-in un’educazione stradale persuasiva che vuole creare rapporti diretti ed empatici tra gli interlocutori e in cui è importante che il messaggio susciti attenzione, sia chiaro e punti sulla motivazione;

-non in lezioni frontali, ma in dibattiti e riflessioni che mirino al riconoscimento e alla percezione del rischio stradale e rispetto dell’individuo.

Corso buoni pedoni e buoni ciclisti a.s. 2013-2014

Il corso “Buoni pedoni e ciclisti” è stato realizzato a partire dall’anno scolastico 2013-2014 nelle classi terze, quarte e quinte della scuola primaria “C. Battisti” e nelle classi terze, quarte della scuola “B. Bai” di Gurone. Sono stati tenuti tre incontri di un’ora ciascuno per tutte le classi terze, quarte e quinte in cui a seconda della fascia d’età dei bambini sono stati trattati argomenti differenti. In queste lezioni è stata fatta un’introduzione generale sull’educazione stradale e sulla sua segnaletica (verticale, orizziontale, luminosa e le segnalazioni manuali del vigile) per poi, nelle varie classi, trattare in modo particolare diversi aspetti della strada. Nelle classi terze è stato maggiormente approfondito il concetto di pedone e i comportamenti che deve tenere, nelle classi quarte è stata trattata la figura del ciclista, infine nelle classi quinte sono state portate all’attenzione entrambe le figure.

Corso buoni pedoni e buoni ciclisti a.s. 2014-2015

A partire da novembre 2014 il corso di buoni pedoni è stato avviato per i bambini di tutte le scuole primarie del territorio. Il corso ha coinvolto tutti i bambini dalla prima alla quinta delle tre scuole primarie del territorio. Per ogni classe sono state tenute quattro ore di lezione dalla Polizia Locale e dal Laboratorio. I temi affrontati e i metodi utilizzati nelle lezioni sono stati differenti a seconda dell’età:

  • Classi prime: gli incontri sono iniziati con la lettura di una storia o fiaba sul tema dell’educazione stradale (Codicino/Pericolosina), è stato chiesto ai bambini di disegnare cosa si può fare sulla strada e cosa non si può fare ed è stato proposto il gioco “Vigile amico”. In seguito è stato spiegato quali comportamenti adottare sulla strada e sui mezzi di trasporto.
  • Classi seconde: sono state proposte la lettura di una storia sull’educazione stradale e il gioco “Vigile amico” per poi approfondire la segnaletica stradale e quali comportamenti adottare sulle strade e sui mezzi di trasporto.
  • Classi terze: le lezioni sono state incentrate su cosa serve per andare a scuola e in città da soli, ossia i comportamenti ammessi, opportuni e quelli vietati. E’ stato fatto fare il gioco “Vigile amico” e chiesto di disegnare i comportamenti corretti e non corretti da tenere in strada.
  • Classi quarte: sono state approfondite le norme del codice della strada, i segnali da rispettare ed è stata introdotta la figura del ciclista in collegamento con il progetto bici Fiab-ciclocittà della scuola secondaria.
  • Classi quinte: sono state approfondite le norme del codice della strada, i segnali da rispettare ed è stato realizzato un laboratorio sulla bicicletta in collegamento con il progetto bici Fiab-ciclocittà.

E’ anche stato predisposto, somministrato ed elaborato un questionario ai bambini, al fine di raccogliere i dati sulla loro autonomia di movimento e per avere un riscontro rispetto all’apprendimento in classe:

Corso buoni pedoni e buoni ciclisti a.s 2015-2016

Il corso di “Buoni pedoni e ciclisti” nell’a.s. 2015- 2016 ha coinvolto tutti i bambini delle tre scuole primarie. Nell’ottica di un lavoro in rete e di un approccio multidisciplinare, la scuola, il Laboratorio, la Polizia Locale e la Polizia di Stato hanno continuato a lavorare insieme, per realizzare materiali didattici territoriali da inserire nei moduli scolastici. Sono state realizzate almeno un’ora di preparazione da parte dell’insegnante e un’ora in classe da parte della Polizia Locale e dei volontari del Laboratorio.

  • Classi prime: il vigile ha trattato come argomenti la conoscenza della strada, l’attraversamento con semaforo, sulle strisce, l’utilizzo delle cinture in auto e cosa fare alla discesa dall’auto e mezzo pubblico.
  • Classi seconde: è stato introdotto il concetto di cartello stradale e la famiglia di segnali.
  • Classi terze: sono stati introdotti i concetti di pericolo, obbligo, divieto e indicazione.
  • Classi quarte: è stata consolidata la conoscenza dei comportamenti corretti e scorretti da tenere in strada e trattata la figura della bicicletta come mezzo di trasporto.
  • Classi quinte: è stata approfondita la consapevolezza dei ragazzi come utenti della strada, a piedi e in bicicletta.

Per le classi terze e quarte sono state fatte delle uscite sul territorio. Le terze hanno fatto i sopralluoghi dei percorsi di “A scuola ci andiamo da soli”, le quarte hanno lavorato sull’applicazione dei comportamenti corretti da tenere come pedoni. I moduli sono stati graduati a seconda delle classi. Ad ogni bambino è stato richiesto l’istituzione di un quadernone da utilizzare per tutti gli anni della primaria per il corso di “Buoni pedoni e ciclisti”.

Corso buoni pedoni e buoni ciclisti dal 2016

A partire dal 2016 è stata tenuta almeno un’ora di preparazione da parte dell’insegnante e un’ora in classe da parte della Polizia Locale. Il programma delle lezioni è rimasto invariato per tutte le classi, tranne per le classi quarte e quinte, alle quali è stata proposta un’attività per scoprire il territorio.

Inoltre gli alunni delle classi terze, quarte e quinte hanno fatto un sopralluogo di un’ora con insegnante e vigile per favorire l’autonomia sul territorio e la sicurezza dei ragazzi su strada e illustrare e verificare i comportamenti corretti del pedone. Gli alunni di terza durante l’uscita hanno anche preso nota delle migliorie da proporre nell’incontro con l’Amministrazione comunale. Sono state consegnate ai bambini di quarta le multe morali per sensibilizzare gli automobilisti al rispetto del pedone.

Prossimi Eventi
Eventi nel calendario
<< Lug 2019 >>
LMMGVSD
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 1 2 3 4
Archivio News