Verbale del 25 novembre 2013

Dopo un approfondimento iniziale sulla Marcia dei Diritti alla quale hanno partecipato i Bambini del Consiglio ed alcune riflessioni in merito al diritto di cittadinanza per tutti i bambini nati in Italia, si passa a trattare l’argomento della giornata cioè come utilizzare la somma raccolta durante la festa cittadina di maggio.

Renata legge l’elenco fatto nella seduta precedente e chiede ai consiglieri se qualcuno ha pensato a come utilizzarla. In un clima di silenzio ed attenzione generale si alternano le mani alzate per nuove proposte.

“Miglioriamo il cibo nella mensa…”

“Facciamo un libro sul Consiglio”

“Diamo i soldi in beneficenza”

Si discute sull’opportunità di utilizzare il periodico comunale Malnate Ponte o un numero speciale per far conoscere il Consiglio dei Bambini e le attività della Città dei Bambini. Alcuni consiglieri orientano la loro scelta verso bambini più bisognosi e altri concordano nel destinare la somma a chi in questi giorni ha perso tutto. Si parla, su loro proposta, di quanto è successo in Sardegna, delle immagini viste alla tv; i bambini dicono:

“Noi abbiamo tutto e loro non hanno più niente, hanno perso anche la casa…”

Analizziamo insieme la portata del disastro confrontandoci su ciò che si potrebbe fare come aiuto concreto con la somma a nostra disposizione. La proposte di un bambino:

“Costruiamo una scuola…”

Si analizza la quota a disposizione per rendere concreto cosa si potrebbe acquistare con la somma disponibile in una scuola terremotata ( una LIM, dei p.c.?)

Renata: “Leggiamo l’elenco della volta scorsa e parliamo di quello che avevate pensato di acquistare per Malnate per vedere se avevamo scritto qualcosa di ugualmente importante”

Riprendiamo l’elenco delle proposte emerse durante la seduta precedente e iniziamo l’analisi delle stesse. Tutti i bambini concordano che ora l’urgenza è quella della Sardegna e le scelte fatte durante lo scorso Consiglio non sono così urgenti e importanti. A turno tutti i bambini si esprimono riconoscendo che bisogna aiutare i bambini che “sono poveri ”o “che hanno perso tutto”; esce la proposta di devolvere una parte della somma ai bambini di Malnate in difficoltà.

“Bisogna vedere se a Malnate qualcun altro ha bisogno…”

Alcuni propongono di dividere la somma in parti uguali, altri vedono prioritario il bisogno della Sardegna. Si discute a lungo sulla divisione della somma e sull’opportunità di dare tutto o una percentuale più o meno alta…

I bambini dicono:

“ Ma loro hanno perso tutto, qualcuno anche i genitori …”

“Noi abbiamo tutto e loro non hanno più niente ”

“E’ giusto dare anche ai bambini di Malnate…”

La discussione continua sino a quando una bambina propone:

“Diamo 3000 euro ai bambini della Sardegna e 500 ai bambini di Malnate…”

Qualcuno ancora sostiene per un po’ la posizione dell’intera somma alla Sardegna e allora i bambini propongono di votare:

“Dobbiamo essere tutti d’accordo e dobbiamo alzare le mani perché questa è una decisione importante…”

Renata offre a tutti la possibilità di un ultimo parere dando la parola a tutti.

“ Dobbiamo alzare le mani”

La decisione è presa all’unanimità: € 3.000,00 ai bambini della Sardegna e € 500,00 a quelli di Malnate.

Al termine i bambini decidono di accompagnare la somma devoluta con disegni, messaggi, foto, video che verranno preparati durante il prossimo Consiglio del 17 dicembre.

Prossimi Eventi
Eventi nel calendario
<< Ott 2017 >>
LMMGVSD
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5
Archivio News