Verbale incontro Consiglio dei Bambini – Consiglio Comunale del 9 giugno 2014

CONSIGLIO COMUNALE DEI BAMBINI DI MALNATE
DEL 09/06/2014

PRESIDENTE CENTANIN DONATELLA
Buonasera a tutti. Ciao ragazzi. Iniziamo con l’appello.

SEGRETARIO GENERALE
Buonasera. Astuti presente, Centanin presente, Battaini assente giustificato, Torchia presente,
Colombo assente, Corti assente giustificato, Paganini presente, Trovato assente giustificato, Brusa
presente, Albrigi presente, Vastola presente, Sofia assente, Cassina assente, Speranzoso assente,
Montalbetti presente, Barel assente, Regazzoni presente.
Consiglio dei ragazzi: Catelli Matteo, assente; Ghielmetti Serena, assente; Raisoni Giulia, presente;
De Bari Francesca, presente; Ghielmi Tommaso, assente giustificato; Risoli Loris, presente;
Zampatti Sara, assente giustificata; Brusa Martino, presente; De Benedetti Emma, presente;
Campanaro Graziano, presente; Ghiraldi Giulia, assente giustificata; Syku Angelo, presente;
Franconeri Gionata, assente; Vaini Manuele, assente; Saiu Marta, presente.

Verificato il numero legale dei consiglieri, il Presidente dichiara aperta la seduta.

PRESIDENTE CENTANIN DONATELLA
Ok dopo l’appello, prima di dare la parola ai bambini presento un secondino solo gli Assessori
perché questa volta, se non ricordo male, non avete avuto l’incontro con la Giunta almeno vi dico i
nomi e di cosa si occupano; allora partendo dalla vostra sinistra: Giuseppe Riggi che si occupa di
Urbanistica e Ambiente ed Ecologia; poi c’è Prestigiacomo Francesco Saverio che si occupa di
Lavori Pubblici, Polizia Municipale e manutenzioni –quindi parchi, giardini- Maria Croci si occupa di
Cultura e quindi Biblioteca e Sport, è assente Filippo Cardaci…

INTERVENTO
E’ al lavoro. Dovrebbe arrivare…

PRESIDENTE CENTANIN DONATELLA
Ah arriverà… Che si occupa di Servizi Educativi e Servizi Sociali e Gabriella Croci che dovrebbe
arrivare anche lei, penso che sia ancora di là in ufficio che si occupa di Bilancio e quindi della
gestione economica di tutto l’Ente.
Gli altri che vedete sono i Consiglieri che si riuniscono mediamente una volta ogni due mesi e
votano e approvano le proposte che vengono fatte dal Sindaco e dalla Giunta. Sembra che siamo
sempre qua, però mediamente sono sei Consigli all’anno.
Bene, dopo la presentazione do la parola a Renata che ci introduce al lavoro dei bambini. Grazie.

PRESENTAZIONE ATTIVITA’ CONSIGLIO DEI BAMBINI ANNUALITA’ 2013/2014

RENATA PARISE – COORD. CONSIGLIO DEI BAMBINI
Volevo leggere questa frase a nome di tutto il Laboratorio: “confrontarsi sui pensieri e sulle
esperienze produce ricchezza e spezza il senso di solitudine che a volte ci coglie di fronte ai
problemi ed al peso delle responsabilità”; questo percorso vuole essere dunque un’opportunità per
pensarsi e ripensarsi, non solo come educatori professionali, come amministratori o come genitori
ma come educatori tout court, dunque come adulti che hanno delle responsabilità di fronte alle
generazioni che crescono.
Questa è una breve introduzione rispetto al metodo di lavoro che abbiamo adottato quest’anno
nelle riunioni del Consiglio; con Elena e Alan, preziose presenze e la supervisione di Matilde ho
cercato di prendere spunto dalle occasioni di riflessione che le diverse iniziative organizzate sul
territorio hanno offerto, dando ai bambini degli input che sono stati via via approfonditi nel corso
degli incontri più o meno vivaci; i bambini hanno partecipato in modo attivo agli eventi che hanno
avuto come tematiche i diritti dell’infanzia e, più in generale, i diritti dei più deboli –l’ambiente, la
Natura- si sono adoperati in prima persona con entusiasmo lavorando col pensiero, con la parola,
con la grafica e con le mani.
Tutti insieme abbiamo iniziato a riflettere sul tema del diritto al gioco, calato nella nostra realtà
cittadina, agli spazi per giocare e l’importanza del tempo libero; nelle frasi che i bimbi leggeranno,
alle quali ho dato solo una certa organicità, ho cercato di interpretare il loro pensiero, le sensazioni
e i sentimenti che ho colto da quanto espresso da loro nel corso di questi mesi; poi ci saranno e
troverete tutti i verbali delle sedute del Consiglio dei Bambini e molto altro ancora, articoli, video, le
foto nel nostro sito, dopo vi diremo gli estremi.
Per cui adesso cominciamo con su che cosa abbiamo lavorato. Graziano.

CAMPANARO GRAZIANO – CONS. DEI BAMBINI
Che emozione, sono stato sorteggiato; non so dire se sono contento o preoccupato per questa
cosa, ma tocca proprio a far parte del Consiglio. È la prima cerimonia ufficiale per me nuovo
Consigliere, ancora non so bene cosa succederà, cosa dovrò fare negli incontri, vedremo.

BRUSA MARTINO – CONS. DEI BAMBINI
Martino. E’ la prima uscita ufficiale e tra Sindaci piccoli e grandi ci siamo anche noi; si parla di diritti,
di Ambiente, di Scuola ma la cosa che più mi piace ricordare è il grande giro tondo che tutti insieme
abbiamo fatto tenendoci per mano, una grande catena umana per ribadire che tutti i bambini sono
uguali. L’abbiamo ascoltata e cantata tutti insieme accompagnandola con una danza e poi a corteo
per le vie di Varese.
Tra i tanti diritti dei bambini si sente parlare del diritto di cittadinanza, al termine la tanto attesa
cioccolata calda.

RAISONI GIULIA – CONS. DEI BAMBINI
Giulia. Abbiamo ascoltato le testimonianze delle persone con disabilità e le loro richieste fatte per
rendere Malnate più accessibile, c’è ancora tanto da fare per i marciapiedi, gli scivoli e le buche e
noi del Consiglio ce li abbiamo bene in mente; Malnate deve essere migliore. Se durante la prima
seduta le idee di acquistare le cose sono state tante, l’alluvione ci ha fatto cambiare idea. “Noi
abbiamo tutto e loro non hanno più niente, hanno perso anche la casa” è stata questa la frase detta
da uno di noi e che ci ha fatto ripensare di destinare la somma ai bambini della Sardegna.
Abbiamo discusso e approfondito ed infine deciso: una parte alla Sardegna e una parte ai bambini
di Malnate che più di noi hanno bisogno.

SYKU ANGELO – CONS. DEI BAMBINI
Angelo. Lascia passare i pedoni, fermati così i pedoni accontenti; fai un regalo ai pedoni: fermati,
stop, rallenta. Se rallentate le strade saranno più sicure per tutti; da queste frasi è iniziato il lavoro
per sensibilizzare gli automobilisti con i cartelli che verranno posizionati in città, con l’aiuto di un
architetto abbiamo deciso gli slogan e i disegni secondo noi migliori per trasmettere l’importanza
della sicurezza sulle strade.

RENATA PARISE – COORD. CONSIGLIO DEI BAMBINI
Nell’incontro con il Prefetto noi adulti del Laboratorio con l’Assessore e con il Comandante della
Polizia Municipale abbiamo illustrato il progetto della Città dei Bambini e raccontato cosa stiamo
facendo per raggiungere gli automobilisti, i negozianti ma soprattutto le famiglie in un’idea di
cambiamento; il Prefetto ritiene importante l’autonomia di movimento dei bambini e dei ragazzi e si
è dimostrato disponibile a garantire la massima attenzione al Comune e alla Polizia Locale in
materia di prevenzione e sicurezza sulle strade. Il Sindaco viene alla seduta e chiede “dobbiamo
aiutare gli adulti a rispettare le regole, vi chiedo di aiutarci a lavorare sulle multe dei bambini, le voci
dei bambini”.

RISOLI LORIS – CONS. DEI BAMBINI
Loris. Possiamo fare le multe e scrivere il motivo, le multe vanno date alle auto parcheggiate sulle
strisce pedonali e a quelle che impediscono il passaggio dei pedoni, allora devo fare la multa anche
a mio nonno.

RENATA PARISE – COORD. CONSIGLIO DEI BAMBINI
E’ stato importante essere chiamati a scegliere il logo e l’intitolazione della scuola, dell’istituto
comprensivo e la scelta di Iqbal Masih ci ha permesso di riflettere sull’importanza del diritto allo
studio per tutti i bambini.
SYKU ANGELO – CONS. DEI BAMBINI
Abbiamo fatto dei sopralluoghi nel Parco Primo Maggio e a Villa Braghenti ed abbiamo pensato a
possibili miglioramenti; i cartelli poi vietano tutto, li dobbiamo cambiare?

DE BENEDETTI EMMA – CONS. DEI BAMBINI
Emma. Articolo 12: “il bambino ha il diritto di esprimere il proprio parere ogni volta che si prendono
decisioni che lo riguardano”; art.15 “il bambino ha il diritto di stare insieme agli altri”. Alla mostra di
Voltorre gli spunti di riflessione sono stati tanti, le immagini della guerra, dei bambini in Siria e
Afghanistan, l’albero con le foglie che ricordava i tanti bambini dei campi di concentramento, alla
fine il pensiero: non chiudete gli occhi.

SAIU MARTA – CONS. DEI BAMBINI
Marta. L’esperienza della semina del granoturco e la costruzione dello spaventapasseri: divertente!
Dopo tante discussioni eccoci sulle strade, per quattro giorni a Malnate e a Gurone abbiamo
iniziato la sperimentazione delle multe dei bambini, qualche timore per le reazioni l’abbiamo avuto
ma la multa col sorriso è stata ben accettata, spesso con la promessa dell’automobilista di non
parcheggiare più lì. Qualcuno che insiste c’è ancora ma noi siamo più ostinati di loro, ora i
blocchetti sono anche nelle mani dei bambini del Pedibus, siamo in tanti. Automobilisti fate
attenzione!
Signori e signore, bambine e bambini vi aspettiamo tutti allo stand della Città dei Bambini presso il
Parco di Villa Braghenti per una sorpresa veramente avventurosa. Nell’ultimo incontro del Consiglio
abbiamo pensato, scritto e disegnato cosa secondo noi può rendere migliore Malnate. Questi
cartelli presentano a voi signor Sindaco, signori Assessori e signori Consiglieri Comunali le nostre
richieste, alcune sono piccole, altre un po’ più grandi e le portiamo a voi.

RENATA PARISE – COORD. CONSIGLIO DEI BAMBINI
Una mensa più buona, evvai! Cibo più buono. Invece Loris chiedeva la mensa, ti ricordi?

RISOLI LORIS – CONS. DEI BAMBINI
Sì la mensa più colorata, più disegnata.

RENATA PARISE – COORD. CONSIGLIO DEI BAMBINI
Più colorata, più disegnata, le pareti dicono che l’ambiente della mensa è un po’ triste, con i colori
scuri, la vorrebbero più colorata.

RISOLI LORIS – CONS. DEI BAMBINI
Sì azzurro e una specie di grigio-azzurro. Sì, grigio chiaro.

RENATA PARISE – COORD. CONSIGLIO DEI BAMBINI
La proposta di Sara era di non buttare via il cibo avanzato dalla mensa ma di darlo ai bambini
poveri o alla Caritas di Malnate; di Sara era l’intervallo più lungo. Sara Zampatti, però c’era anche
Graziano che voleva l’intervallo più lungo, vediamo se c’è il disegno: eccolo. Marta: “vogliamo più
cestini, teniamo Malnate più pulita”, “vogliamo il giardino della scuola più grande”, lei si riferiva alla
Scuola di San Salvatore; la richiesta di Gionata: dei bagni nei parchi pubblici. di Tommaso c’era
questa richiesta: degli scivoli più emozionanti. Matteo voleva i campi da basket, invece Emma ha
fatto una proposta un po’ diversa, ce la spieghi tu Emma?

DE BENEDETTI EMMA – CONS. DEI BAMBINI
Proponevo di… Nelle bacheche spesso ci sono delle comunicazioni che sono già passate e quindi
sarebbe meglio mettere quelle che devono ancora succedere.

RENATA PARISE – COORD. CONSIGLIO DEI BAMBINI
Questa era un’idea di Manuele che voleva un labirinto fatto con le siepi.

INTERVENTO
No, questo no. Uno si perde dentro.

RENATA PARISE – COORD. CONSIGLIO DEI BAMBINI
E questo è il nostro sito dove troverete tutto. A voi, finito.

PRESIDENTE CENTANIN DONATELLA
Allora nel frattempo appunto è arrivato Filippo che è l’Assessore ai Servizi Educativi e Sociali e
Gabriella Croci che invece è l’Assessore al Bilancio, al Portafoglio.
Bene ci sono interventi da parte dei Consiglieri? Vedete che alle pareti ci sono i lavori che hanno
presentato i vostri compagni più grandi nel Consiglio Comunale dei ragazzi, quindi li abbiamo
riposizionati alle pareti per ricordarci del lavoro anche dei ragazzi. Assessori? Quindi prima di far
intervenire gli Assessori e il Sindaco, sono presenti la sig.ra Tina Ruggero di Unicef e il Presidente
dell’Associazione Genitori Mario De Benedetti. Tina, vuoi fare un saluto, vuoi dire qualcosa o vuoi
fare dopo in chiusura? Dimmi tu come preferisci. In chiusura.
Allora facciamo prima gli Assessori e poi i saluti, Mario? Ok. Prestigiacomo.

ASS. PRESTIGIACOMO FRANCESCO SAVERIO
Davvero sono stati… Voglio soltanto fare gli apprezzamenti e congratularmi per il grandissimo
lavoro che nel 2013 e già all’inizio del 2014 avete dimostrato veramente di darci dentro, il lavoro
che è stato fatto in questi mesi trascorsi; devo dire che per me -ma immagino per gli stessi colleghici
siete stati di grandissimo aiuto, davvero; di aiuto nell’essere stimolati continuamente ma
soprattutto per avere un approccio diverso anche nel portare avanti le cose. Aggiungo anche le
cose che delle volte si trascurano ma che sono di un’utilità per un più vivibile territorio che delle
volte si portano avanti, magari sempre si spostano più in là perché crediamo come Amministratori
che le cose che più contano sono altre; devo dire che grazie a voi siamo stati anche più attenti nel
finalizzare gli interventi e grazie a voi anche per la collaborazione, perché avete fatto davvero un
lavoro egregio e proprio dettagliato, attento perché siete andati sul posto qualsiasi intervento c’era
da fare, ce l’avete dato con un report in mano quindi con dei dati ben precisi; questo per dirci
comunque che voi c’eravate e che stavate attenti anche nell’esecuzione degli interventi; certamente
non tutto –e questo voi lo sapete perché ci siamo già incontrati in altre occasioni- non tutto è stato
possibile farlo, parecchio di quello che non è stato possibile farlo subito è già in cantiere e
sicuramente tra le proposte e le richieste che ho visto che avete avanzato si aggiungeranno tra le
cose che metteremo -con l’aiuto vostro- in cantiere per poterle portare a termine entro la fine di
quest’anno. Grazie ancora davvero di cuore come Amministratore ve lo dico, grazie.

PRESIDENTE CENTANIN DONATELLA
Filippo?

ASS. CARDACI FILIPPO
Ciao a tutti ragazzi, ciao ai presenti. No bè prima di tutto un ringraziamento perché io facevo parte
della Commissione, poi ne avete fatto parte anche voi per la scelta del nome dell’istituto
comprensivo; io non lo potevo dire mentre ero in Commissione, però il nome di Iqbal Masih era il
mio preferito, quindi sono contento che anche voi abbiate scelto poi questo nome che adesso sarà
il nome del nuovo Istituto comprensivo, vengo subito però alle vostre domande in realtà facendovi
però alcune domande: ah bè innanzitutto è bello perché vi vedo molto attenti al sociale, ovviamente
io sono l’Assessore ai Servizi Sociali e noto con piacere che questo tema vi interessa e fate anche
delle proposte, sulla parte del cibo che avanza dalle nostre mense per fortuna non è tantissimo,
una richiesta innanzitutto che vi faccio è di cercare quando prendete la vostra porzione di dirlo ai
vostri compagni di non cercare di avanzare nulla ecco, di prendere il giusto e cercare di non
avanzare nulla; però per quel poco che avanza dal prossimo anno scolastico, attraverso una rete
anche con…
Anche l’insalata mi dice il Consigliere Fabio Brusa, probabilmente interessato alla questione “anche
l’insalata” va mangiata tutta e, dal prossimo anno scolastico, quello che avanzerà alcuni prodotti
che possono essere riutilizzati perché ovviamente non tutto quello che avanza nel piatto non si può
riutilizzare, verranno date attraverso una rete alle associazioni che si occupano dei più bisognosi.
Qua adesso vi faccio un’altra domanda: che cosa intendete voi per “cibo più buono”? Perché noi
abbiamo fatto anche un sondaggio e per me il cibo più buono è ad esempio mangiarmi
l’hamburger, le patatine fritte e una domanda che poi magari vi rivolgo è che cos’è il cibo più buono,
perché magari il cibo più buono non è nemmeno quello più sano; quindi è una proposta però non
so se la vorrete accettare o magari ne parlerete o chi verrà il prossimo anno se ne potrà parlare,
magari discutere con la nostra esperta esterna di alimentazione per magari capire se le due cose
magari il cibo più buono e non tanto salutare magari si possono conciliare, perché noi abbiamo un
po’ dei vincoli che dall’alto ci mettono, però magari può essere utile che incontrate questa persona
che è esperta di cibo per capire che cosa per voi si intende per “cibo più buono” e magari se
riusciamo ad arrivare ad una mediazione, magari per l’anno prossimo se siete d’accordo questa
cosa la si può fare, perché è la nostra consulente.
Sulla mensa, sul colore della mensa anche qua una domanda: tutti i refettori o solo alcuni non vi
piacciono come colori? Poi io ho finito, magari se mi sono dimenticato qualcosa ricordatemelo.

SAIU MARTA – CONS. DEI BAMBINI
Io per “mensa più buona” intendevo tipo perché arriva sempre freddo il cibo e perde il suo gusto poi
anche.

PRESIDENTE CENTANIN DONATELLA
Marta tu sei al San Salvatore?

SAIU MARTA – CONS. DEI BAMBINI
San Salvatore.

SYKU ANGELO – CONS. DEI BAMBINI
Secondo me “cibo più buono” vuol dire più fatto bene, fatto più bene.

PRESIDENTE CENTANIN DONATELLA
Mentre per quanto riguarda le pareti di tutte e tre le sale Gurone, San Salvatore e Malnate, le pareti
un po’ tristi? Loris tu sei a Malnate?

RISOLI LORIS – CONS. DEI BAMBINI
Sì.

PRESIDENTE CENTANIN DONATELLA
Ok. Gurone?

ASS. CARDACI FILIPPO
E’ bellissima quella di Gurone.

PRESIDENTE CENTANIN DONATELLA
Gurone è mica gialla? È gialla quella di Gurone, ok?

INTERVENTO
Avete pensato anche a dei colori eventualmente o semplicemente….?

PRESIDENTE CENTANIN DONATELLA
Allora chi manca? Marta prima, Loris. Vai Loris.

RISOLI LORIS – CONS. DEI BAMBINI
Noi come colori intendiamo i colori vivaci, non come il nero e il grigio che sono spenti, anche il
verde scuro potrebbero usarlo poco perché da noi nelle classi certe sono con il verde scuro,
sembra che sono nere e sono spente; invece quelle di quarta sono con il verde acqua e l’azzurro e
sono più vivaci.

PRESIDENTE CENTANIN DONATELLA
Perfetto. Marta?

SAIU MARTA – CONS. DEI BAMBINI
Anche arancione, giallo, rosso che sono molto accesi.

PRESIDENTE CENTANIN DONATELLA
Io aggiungerei che per la mensa anche mescolati un po’, nel senso…

SAIU MARTA – CONS. DEI BAMBINI
Sì anche mescolato.

PRESIDENTE CENTANIN DONATELLA
…Di disegni, non… Il tinta unita (inc.) no? Prestigiacomo… No, faccio io una breve risposta sul
fatto che Angelo diceva la qualità cioè il come sono cucinati, è come diceva prima l’Assessore: a
volte ci sono dei vincoli che sono dettati dall’Asl, per dirvi quando ho lavorato tanti anni e mangiavo
in mensa mi spiegavano che ad esempio il soffritto per fare il sugo non si può fare nelle mense
scolastiche, quindi c’è tutta una serie di procedure anche nella preparazione dei cibi che non li fa
diventare buoni come quelli fatti dalla mamma, quindi purtroppo non dipende dal…
La mamma dice, che poi non è neanche buono lo stesso. Non è che non è buono, è che le tecniche
di come si cucina nel… Prego Loris.

RISOLI LORIS – CONS. DEI BAMBINI
Poi certi cibi sono troppo cotti come da noi gli spinaci sono troppo cotti, diventano verde scuro e poi
lasciano tutta l’acqua sembra che sono marciti; e poi è per questo che tutti avanzano.

SAIU MARTA – CONS. DEI BAMBINI
Poi i piatti sono di cartone praticamente e il cibo oltre che non essere buono già di suo prende il
sapore del cartone e il piatto si scioglie poi, ad esempio il riso sotto rimane la forma del piatto sulla
tovaglia e la tovaglia si rompe tutta.

SINDACO ASTUTI SAMUELE
Allora buongiorno a tutti. Bè prima di tutto un ringraziamento a quelli che sono i nostri ospiti perché
qua sia i Consiglieri, gli Assessori, il Consiglio dei Bambini in realtà sono qua per diritto e dovere
invece ringrazio quelli che sono gli ospiti, quindi ringrazio Tina di Unicef, ringrazio AGM per la
presenza diversificata in parte interessata e dovuta che c’è qui questa sera, ringrazio tantissimo il
Laboratorio e alcuni dipendenti del Comune, avevo visto prima anche un’insegnante, avevo visto
l’Enrica prima mi sembrava… Eccola, non la vedevo più, eccola qui quindi ringrazio anche la
presenza degli insegnanti, Enrica poi ricopre un ruolo veramente molto importante per noi perché
coordina il Consiglio dei Ragazzi quindi un ruolo che è molto importante soprattutto per una seduta
come questa.
Tra l’altro ringrazio subito i quattro Consiglieri Segnaro (fonet.) perché, come tutti voi sapete, qui ci
sono ragazzi di quarta e ragazzi di quinta, quindi per i ragazzi di quinta questa è l’ultima seduta e
mi sembra importante ringraziare Marta, ringraziare Angelo, Martino e Giulia per il lavoro che
hanno fatto in questi due anni di supporto al… Loris c’è qualcosa che non va? Ah sei triste perché
va via Angelo. Vabbè vedremo, faremo in modo di farvi incontrare ancora sempre sotto la
supervisione di Renata, vi mettiamo a disposizione Renata per i vostri incontri.
Avete fatto anche quest’anno un lavoro importante e, come ci eravamo detti la prima volta perché
qualche volta come sapete al Consiglio io sono venuto, il ruolo del Consiglio è duplice –Loris
guarda che devi lavorare anche l’anno prossimo, ascoltami- il Consiglio ha una duplice veste, ha un
ruolo che è suo autonomo e cioè il Consiglio –come avete fatto quest’anno- ha scelto alcuni temi
che deve affrontare sui quali lavora e sui quali fa delle proposte; c’è poi un secondo passaggio
invece, sempre legato al Consiglio, che è quello legato invece a delle richieste di aiuto che vengono
da parte dell’Amministrazione; prima facevate l’esempio delle multe, ne abbiamo parlato diverse
volte del problema che l’adulto in macchina è maleducato, non si rende conto di quello che fa
quando va in giro in macchina, non rispetta i pedoni, parcheggia dove vuole e mi avete sottoposto
questo problema, noi qualche passo l’abbiamo fatto, mi avete detto che non era sufficiente e allora
abbiamo lavorato insieme per arrivare poi qualche mese fa a iniziare con le multe morali che è
stato un primo passo importante, che è stata una sperimentazione che avete portato avanti prima
voi e poi il Pedibus –ringrazio anche i rappresentanti del Pedibus presenti- per il lavoro che ci
hanno aiutato a fare; però dobbiamo fare un passo ulteriore: mi è successa una cosa molto
particolare proprio sabato -lo raccontavo anche prima in Giunta e l’ho raccontato anche a qualcuno
del Laboratorio prima- cos’è successo? Sabato mi ha chiamato un bambino un po’ più grande di voi
–perché è già alla fine delle scuole medie della secondaria di primo grado- e mi diceva che in Via
Firenze c’è bisogno di mettere delle porte da calcio, e io gli ho detto “guarda sì c’è bisogno di
mettere delle porte da calcio, ne avevamo già parlato ma ci sono due problemi” un primo problema
è che il parco in Via Firenze non è gigantesco, quindi se metti le porte del campo da calcio poi è
vero, in dieci bambini giocano a calcio ma gli altri venti non possono utilizzare il parco; l’altro
problema è quello che avevamo già affrontato tempo fa anche con qualcuno di voi l’anno scorso
che era il tema della palla, cioè Via Firenze è un pochettino non è proprio in piano piano, la palla
diciamo che tende ad andare verso la strada e quindi c’è poi un problema di sicurezza e gli ho detto
“senti facciamo così: visto che tu mi dici che questa qui non è un’esigenza solo tua ma è
un’esigenza anche di altri bambini, inizia a metterti insieme agli altri, parla con gli altri, pensate ad
un progetto e dopo che avete fatto un progetto prendiamo un appuntamento, ne parliamo e ne
parliamo anche insieme all’Ufficio Tecnico” l’Ufficio Tecnico c’ho gli architetti, non so se c’è qui…
Eccola lì la Raffaella giù là in fondo in rappresentanza dell’Ufficio Tecnico che ha già lavorato
quest’anno con i vostri compagni della scuola Battisti per rifare il cortile e ne parliamo insieme; il
tema però è anche un altro: è vero che voi vi dovete attivare, però dobbiamo anche tentare di far
attivare gli adulti; cioè se noi continuiamo a lavorare insieme, facciamo delle belle proposte ma non
siamo capaci di attirare gli adulti nei progetti che facciamo insieme, questi progetti hanno poi vita
breve, non riescono ad andare avanti per molto tempo perché se non c’è il coinvolgimento di tutta
la comunità e di tutte le persone rispetto ai progetti che facciamo poi i progetti fanno fatica a vivere
da soli.
Avete fatto anche oggi tutta una serie di proposte, diciamo che prima di andare ci avete lasciato i
compiti per l’estate, voi da oggi siete in ferie per 3 mesi e una settimana per l’esattezza -e questo
mi crea un’invidia che non avete neanche idea- e ci avete lasciato i compiti per l’estate; per quanto
riguarda la mensa qualcuno di voi mi ha visto qualche volta venire a sorpresa a mangiare a mensa,
l’anno prossimo lo faremo magari in maniera più continuativa, io mi ricordo il grosso problema che
avevamo anche discusso legato alla frittata, vi ricordate che c’era la frittata che arrivava troppo
molle, che doveva essere conservata meglio, che poi in qualche maniera abbiamo risolto; verremo
e continueremo a lavorare insieme a voi per rendere i cibi più buoni e più interessanti anche per
voi, tenendo sempre però conto di quelle che sono anche tutta una serie di vincoli e di esigenze
che avete sicuramente anche voi.
Per quanto riguarda le pareti della scuola, il tema delle pareti della scuola è un tema interessante
perché a Malnate quest’anno è successa una cosa bellissima, che i genitori si sono attivati e,
coordinandosi con la scuola, coordinandosi con gli Assessori di riferimento, si sono attivati e una
volta che il Comune ha messo a disposizione il materiale per dipingere le aule, le aule sono state
dipinte dai genitori e da qualche insegnante, in realtà anche da qualcuno di voi era presente
durante questi lavori e su questo dobbiamo andare avanti.
Sul tema dell’intervallo più lungo c’è poco da fare, invece sul tema dei cestini qualcosa è stato
fatto… Sul tema dell’intervallo più lungo? No è vero che, come molti di voi sanno, punto a fare il
Presidente della Repubblica nel giro di qualche anno, però finché non divento Presidente della
Repubblica non ho in mano un granché di strumenti per… No faccio modificare la legge per
abbassare l’età, ma non ho –è una cosa da poco- non ho gli strumenti per pensare di allungare
l’intervallo, e anche di questo guardate che ne avevamo parlato perché quando fate le richieste
dovete stare attenti a fare le richieste alle persone giuste, perché una richiesta sul tinteggiare le
pareti piuttosto che la sistemazione di un parco sono richieste giuste da fare a noi, ma quella per
esempio dell’intervallo io non penso di aver nessun tipo di capacità e di potere.
Invece sul tema dei cestini avete perfettamente ragione, guardate dieci giorni fa un bambino a
Gurone mi ha fatto notare come dalla scuola a arrivare fino alla Casa del Popolo di Gurone dove
c’è il Chierichetto, dove c’è il Madai in Piazza Bai non c’è neanche un cestino… Non c’era, infatti
non ho fatto in tempo –fate conto che me l’ha detto di venerdì- non ho fatto in tempo lunedì mattina
a dirlo a Giuseppe Riggi che mi ha detto “no non ti preoccupare perché stamattina stanno già
mettendo i nuovi cestini”; c’è anche un altro tema sui cestini che avevate sottolineato –forse non voi
direttamente in Consiglio ma qualche bambino me lo ha scritto sulla lettera- che troppi cestini sono
troppo alti e quindi quando si arriva a buttare via la carta i bambini soprattutto più piccoli toccano
dentro, quindi anche questo è un tema sul quale invece noi possiamo lavorare.
Sul tema delle bacheche Emma hai perfettamente ragione e il Laboratorio e qua stasera ci sono
tanti –eccola qui Emma che non ti vedevo più- ci sono tanti rappresentanti di Laboratorio e il
Laboratorio insieme all’Amministrazione comunale sta lavorando sul tema delle bacheche e sul
tema del labirinto non dico nulla perché mi sa che qualcosa anche lì sta succedendo.
Io quindi vi ringrazio tantissimo per il lavoro che avete fatto, questi ultimi spunti, i compiti per le
vacanze tenteremo di portarli avanti però con massima trasparenza vi dico che sul tema
dell’intervallo non possiamo fare nulla mentre sul controllo della mensa, sulle bacheche, sul tema
del labirinto, sul tema di parlare insieme ai vostri genitori per la tinteggiatura delle mense è un
impegno che ci prendiamo, in realtà li smistiamo subito con facilità perché Prestigiacomo qua alla
mia destra dovrà occuparsi appunto del tema della tinteggiatura; sul tema dei cestini si è già
impegnato e però c’è sempre il tema dei cestini alti, lo affidiamo a Giuseppe Riggi invece mi offro
direttamente volontario io insieme a Filippo Cardaci per il tema della mensa, quindi verremo più
spesso a controllare…

INTERVENTO
Dove c’è da mangiare…

SINDACO ASTUTI SAMUELE
Io lo faccio per voi, che sia chiaro eh. Lo faccio volentieri. Per l’anno prossimo, appena iniziamo i
lavori del Consiglio l’anno prossimo, andremo invece a vedere a che punto siamo arrivati rispetto ai
compiti che ci avete dato e imposteremo invece il lavoro per l’anno successivo. Io davvero vi
chiederei un applauso però veramente grande evidentemente per tutti i Consiglieri però in maniera
particolare ve lo chiedo per i quattro Consiglieri che con questa sera si congedano e vanno verso
un’avventura nuova, perché l’anno prossimo li aspettano le scuole medie quindi un saluto
veramente affettuoso e un grande ringraziamento a Martino -quelli che sono qui stasera- a Giulia,
ad Angelo e a Marta. Grazie mille per il lavoro che avete fatto.

RENATA PARISE – COORD. CONSIGLIO DEI BAMBINI
No ci sono gli assenti che ci lasciano: Sara, Manuele anche loro che hanno lavorato davvero tanto
in questi due anni. E Tommaso.

PRESIDENTE CENTANIN DONATELLA
Bene. Chiederei prima dei saluti finali l’intervento di Tina per Unicef.

TINA RUGGERO – UNICEF
Allora vi ringrazio ovviamente per tutte le volte che mi chiamate, che chiamate non me chiamate
l’Unicef; poi per il lavoro reciproco -ho preso un sacco di appunti mentre parlavate- il lavoro
reciproco, bellissimo tra voi che chiedete e il Comune che cerca di dare e viceversa, il Comune
nella figura del Sindaco, degli Assessori eccetera. Quindi in pratica –ho scritto qui tutti gli appunti,
vediamo un po’ se va bene- in pratica è una città (inc.) che i ragazzi hanno diritto, vediamo un po’
se è vero, ad esprimere la propria opinione e mi sembra, che vi sembra? Che la esprimete la vostra
opinione? Dite quello che pensate?

INTERVENTO
Sì!

TINA RUGGERO – UNICEF
Poi vedo che avete partecipato e partecipate alla vita sociale della comunità, e anche questo c’è.
Dimmi dimmi perché tu sei critico, eh? Poi ho sentito bellissimo anche il cambio del nome –con
tutto il rispetto per chi era? Nazario Sauro? Ecco- con tutto il rispetto, però… Che cosa avete
scelto? Bellissimo. Quindi “ricevono i servizi di base come l’Istruzione” e mi sembra… Anche come
tra virgolette è brutta questa parola, immagine però significa qualcosa mettere il nome di quel
ragazzo.
Poi “camminare da soli con sicurezza” ho visto e ci siamo; “incontrare gli amici e giocare, avere
degli spazi verdi, partecipare ad eventi culturali e sociali” e anche questo c’è; e quello ancora più
importante è “essere cittadini uguali” come genere –cioè maschi e femmine, il lavoro che avete
fatto anche per l’Unicef e la mostra- per i disabili –bravissima, brava mi sta facendo vedere il lavoro
tuttora- quindi cosa devo dirvi? Bravi, bravi a chi vi coordina, il lavoro è tanto da fare sempre e visto
che alla vostra coordinatrice piacciono anche le frasi me n’è venuta in mente una, è del Cardinale
Martini –è difficile un po’ eh- “chi è orfano della Casa dei diritti, non entrerà nella Casa dei doveri” il
che vuol dire ragazzuoli che ci sta da lavorare eh, perché tutto quello che cercate di ottenere c’è
anche l’impegno a mantenerlo e anche per il vostro Sindaco e tutta la… Grazie ancora siete
bravissimi.

PRESIDENTE CENTANIN DONATELLA
Grazie Tina. Mario?

MARIO DE BENEDETTI – Presidente Associazione dei Genitori
Buonasera solo una parola a nome dell’Associazione dei Genitori: come molti di voi già sanno c’è
stato un ricambio generazionale all’interno del Direttivo dell’Associazione Genitori e però la
disponibilità al confronto con l’Amministrazione Comunale, come credo che sia il Sindaco che
l’Assessore Cardaci possano testimoniare, rimane e direi che è buona; in maniera per nulla
polemica ma solo simpatica ricordavo sabato sera al Sindaco come due idee che sono state poi
diciamo incorporate dal Consiglio dei Bambini cioè quella delle multe morali e quella di “andiamo a
scuola da soli” fossero nate in realtà all’interno dell’Associazione Genitori nel passato Direttivo –
qua c’è Mauro Sarasso che lo può testimoniare- però diciamo che il senso è che se l’utilità è quella
per la comunità, non importa di chi è stata l’idea ma l’importante è come poi viene messa in atto,
quindi ripeto: la nostra disponibilità è assoluta e totale al confronto e all’arricchimento reciproco.
Grazie.

PRESIDENTE CENTANIN DONATELLA
Grazie. Volevo anche nella mia veste di Presidente del Consiglio Comunale ringraziare davvero
anche i giovani colleghi perché ognuno a seconda del proprio bacino di conoscenze e di
esperienze, i bambini, i ragazzi e gli adulti cerchiamo in questo modo di coprire un po’ tutte le
esigenze e la realtà di Malnate; quindi vi ringrazio a nome del Consiglio Comunale degli adulti per
lo splendido e oserei dire impegnativo lavoro, perché trovarsi con questa frequenza e con assiduità
significa proprio che ci credete e il ringraziamento va esteso anche ai vostri genitori che vi
accompagnano, che vi vengono a recuperare e che credono e condividono questo progetto. Grazie
tantissimo a Renata e Matilde che nei loro ruoli professionali coordinano e credono convintamente
nell’efficacia di questo progetto.
Grazie a tutti e buone vacanze.

Prossimi Eventi
Eventi nel calendario
<< Ott 2017 >>
LMMGVSD
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5
Archivio News